PREMIO USSI SPORTIVO PIEMONTESE DELL’ANNO 2022 – RICONOSCIMENTO “ALLENATORE DELL’ANNO” AL CT DELLA SPADA DARIO CHIADÒ, PREMIATA ANCHE LA SPADISTA AZZURRA FEDERICA ISOLA

  1. Home
  2. La Voce delle Regioni
  3. PREMIO USSI SPORTIVO PIEMONTESE DELL’ANNO 2022 – RICONOSCIMENTO “ALLENATORE DELL’ANNO” AL CT DELLA SPADA DARIO CHIADÒ, PREMIATA ANCHE LA SPADISTA AZZURRA FEDERICA ISOLA

Questo articolo è offerto da:

Questo articolo è offerto da:

PREMIO USSI SPORTIVO PIEMONTESE DELL’ANNO 2022 – RICONOSCIMENTO “ALLENATORE DELL’ANNO” AL CT DELLA SPADA DARIO CHIADÒ, PREMIATA ANCHE LA SPADISTA AZZURRA FEDERICA ISOLA

TORINO – Ci sono anche due stelle azzurre tra i premiati dell’edizione 2022 del Premio USSI Sportivo Piemontese dell’Anno. Si tratta di Dario Chiadò, Responsabile d’arma della spada azzurra e di Federica Isola, spadista della nazionale reduce dalle due medaglie d’argento vinte con la squadra femminile agli Europei di Antalya e ai Mondiali di Il Cairo questa estate.

I riconoscimenti sono stati consegnati stamattina presso il Circolo della Stampa – Palazzo Ceriana Mayneri di Torino all’interno dell’evento presentato dal giornalista di Raisport Federico Calcagno. A Dario Chiadò è andato il premio “Allenatore dell’anno”. “Nella mia carriera ho fatto tutto il percorso senza saltare nessun passaggio, così come è giusto che sia – ha spiegato Chiadò – Da quando a settembre dell’anno scorso ho ricevuto l’incarico di Commissario Tecnico Nazionale le cose sono andate benissimo. Adesso siamo alle porte della qualifica olimpica e il percorso deve continuare, dobbiamo stare sul pezzo. Abbiamo iniziato la stagione di Coppa del Mondo con la vittoria della squadra femminile e tutto procede per il meglio“.

All’azzurra Federica Isola, invece, è andato il premio speciale “Marco Ansaldo”, dedicato alla storica firma della scherma de “La Stampa” e consegnato direttamente dalle mani della figlia Alice. “A livello di squadra abbiamo tanta chimica e tanti risultati – ha detto Isola – adesso sto lavorando anche per ottenere qualche risultato individuale importante. Il livello è cresciuto molto, ci sono tante nazioni forti ed è sempre più difficile. Tanti maestri europei si sono spostati e la competizione è sempre più agguerrita“.

(foto: Massimo Rana)

Ti piace, condividilo!

ULTIMI AGGIORNAMENTI CORRELATI