CALABRIA – PRIMA PROVA REGIONALE CADETTI E GIOVANI DI SPADA E UNDER 14. I RISULTATI DI LAZZÀRO

  1. Home
  2. La Voce delle Regioni
  3. CALABRIA – PRIMA PROVA REGIONALE CADETTI E GIOVANI DI SPADA E UNDER 14. I RISULTATI DI LAZZÀRO

Questo articolo è offerto da:

Questo articolo è offerto da:

CALABRIA – PRIMA PROVA REGIONALE CADETTI E GIOVANI DI SPADA E UNDER 14. I RISULTATI DI LAZZÀRO

LAZZÀRO – Domenica 24 ottobre si sono svolte sia la 1^ prova di Qualificazione Regionale Cadetti/Giovani di spada, che la 1^ del circuito Under 14 alle 6 armi. L’evento è stato ospitato dalla società Capo d’Armi Scherma presso il Palazzetto dello Sport di Lazzàro (Comune di Motta San Giovanni – RC), una location inedita per la scherma calabrese ed allestita per l’occasione grazie ad un lavoro sinergico tra società, tra cui in particolare il Club Scherma Cosenza.

Cadetti e Giovani sono stati i primi a calcare le pedane, in un’unica competizione. L’ormai consolidata sfida tra Giuseppe Bruno (Platania Scherma) e Francesco Dodaro (Club Scherma Cosenza) si è decisa all’esito di una combattutissima finale che ha visto vincitore l’atleta di Platania. Sul terzo gradino del podio, ex aequo, Anthony Franco (Club Scherma Cosenza) e Lorenzo Cordova (Accademia della Scherma RC), seguiti da Antonio Barilà (Club Scherma Cosenza), Marco Vignale e Giovanni Cicirelli (Accademia di Scherma Calabrese) e Luca Ielo (Accademia della Scherma RC). La classifica generale ha evidenziato una superiorità dei Cadetti rispetto agli atleti più grandi.

Nella spada femminile sono andate a podio le ragazze dell’Accademia della Scherma RC, già protagoniste della gara Assoluti: la vincitrice Mariachiara Pellicanò, che ha preso la rivincita in finale su Chiara Cosentino, e Giulia Marra, seguite dalla terza ex aequo Giulia Runco del Club Scherma Cosenza. Nelle prime otto anche Giulia Pellicanò (Accademia della Scherma RC), Aurora Ligato ed Elsa Costarella (Scherma Reggio) e Sara Campolongo (Club Scherma Cosenza). In questa competizione si è registrata la presenza di un’unica atleta Giovane. Si rimanda al Comunicato FIS Calabria per i nominativi degli atleti qualificati alla Prova zonale di Terni per singola categoria.

Nella categoria GPG Ragazzi/Allievi, Giuseppe Sammarro (Platania Scherma) ha vinto la prova di fioretto, seguito dai reggini Bernard Goso (Accademia della Scherma RC), Simone Foti e Riccardo Morabito (Scherma Reggio); Mattia Urso (Club Scherma Cosenza) ha vinto quella di spada, seguito dallo stesso Sammarro, Alberto Santise (Club Scherma Cosenza) e Goso. Il podio delle prove femminili si è riproposto, in identica serie, sia nel fioretto che nella spada: prima Giulia Salimbeni (Club Scherma Cosenza), seconda la collega Serena Campolongo, terza Luna Evoli (Scherma Reggio), che nella spada è stata affiancata dall’altra atleta reggina Marica Foti. La gara di sciabola, disputata dagli atleti del Circolo Scherma Lametino, ha visto trionfare Alessio Piraina, poi Luca Viola e i due terzi Mattia Fiaschi ed Angelo Chirumbolo. Prima classificata, invece, la sciabolatrice Rossella Zaffina nella femminile.

Nel fioretto Giovanissimi, Platania Scherma ha segnato nuovamente il passo con l’oro di Alessio Grandinetti, seguito dai reggini Fabrizio Pellicanò (Accademia) e Alessandro Nava (Scherma Reggio). Nella gara di spada, tutta reggina, si è imposto Francesco Filocamo (Scherma Reggio), accompagnato sul podio dagli accademici Fabrizio Pellicanò e Raffaele De Stefano e da Alessandro Nava di Scherma Reggio. Anche in questa categoria, i podi femminili sono stati quasi invariati. Fatima Montanino del Club Scherma Cosenza ha vinto, infatti, entrambe le finali contro Karole Latella di Capo D’Armi Scherma. Nella spada si sono però aggiunti i due terzi posti di Elisa Condello (Scherma Reggio) e Ieva Semendiaieva (Capo D’Armi). L’oro di sciabola maschile è andato a Simone Gigliotti.

Enrico Bonavoglia (Accademia della Scherma RC) ha vinto la gara di fioretto della categoria Maschietti. Secondo il collega Mattia La Face. Terzo René Malaspina (Scherma Reggio). Bonavoglia non è riuscito a bissare il successo nella spada, dove ha prevalso in finale Edoardo Mingrone del Club Scherma Cosenza. Terzi Gabriele Cristiano e Salvatore Luzzi, rispettivamente dell’Accademia di Reggio e del Club Scherma Cosenza. Nelle specialità femminili l’oro è andato alle atlete di Capo d’Armi Scherma Giulia Ambrogio – fioretto – ed Ester Tuscano – spada –. Quest’ultima si è scontrata in finale con Domenica Verbaro di Scherma Reggio; terza, invece, la già citata Ambrogio. I Maschietti lametini Michele Sirianni, Antonio Mercuri e Ottavio Aloisio si sono classificati in quest’ordine nella gara di sciabola, mentre Anna Fiaschi si è aggiudicata l’oro per le Bambine.

Nel corso della manifestazione, in segno di gratitudine per l’accoglienza e disponibilità dimostrate, il Delegato FIS Calabria Franco Perri ha voluto consegnare il gagliardetto federale al Sindaco di Motta, Giovanni Verduci, auspicando una collaborazione che possa proseguire in futuro. La società ospitante, a sua volta, ha conferito una targa elogiativa ad entrambi i rappresentanti istituzionali, ringraziandoli per l’impegno profuso nella promozione della scherma sul territorio, ed anche alla Dottoressa Sara Attinà impegnata nel presidio medico di gara.

Ti piace, condividilo!

ULTIMI AGGIORNAMENTI CORRELATI