Lista Eventi Campionati del Mondo Cadetti e Giovani 2009

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI - BELFAST, IL PRESIDENTE FEDERALE GIORGIO SCARSO: ''VITTORIA FRUTTO DELL'ABNEGAZIONE QUOTIDIANA DELLE SOCIETA'''

Roma - Il presidente federale Giorgio Scarso (nella foto), reduce dai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani disputati a Belfast, ha voluto ringraziare la delegazione azzurra protagonista di una straordinaria prova e che rimarrà negli annali della manifestazione. Il team italiano, infatti, ha messo a segno una storica tripletta conquistando nell'ordine la leadership nel medagliere, il maggior numero di medaglie e la Coppa delle Nazioni per il terzo anno consecutivo. In totale, sono state 16 le medaglie vinte (4 ori, 5 argenti e 7 bronzi), distribuite quasi equamente nelle due categorie (7 tra gli Under 17 e 9 tra gli Under 20), oltre che nelle tre diverse armi. Il Presidente della Federscherma ha voluto, inoltre, rendere omaggio al grande impegno profuso dalle società nel preparare i giovani schermidori e le giovani schermitrici: "Il Mondiale 2009 ha rappresentato per l'Italia un'edizione da record, ulteriore dimostrazione che il nostro vivaio ci garantisce un futuro di prim'ordine. La soddisfazione più grande è che il nostro movimento continua a regalarci grandi successi grazie allo straordinario lavoro delle società. L'abnegazione quotidiana dei dirigenti, dei maestri e degli stessi atleti, è culminata con le 16 medaglie conquistate in Irlanda del Nord. Le vittorie sono state vissute con la presa di coscienza che l'impegno paga. Il nostro movimento non si fonda più su un numero esiguo di club che in passato fornivano atleti alla Nazionale, ma bensì su un'intera rete nazionale. Basti pensare alla provenienza dei 42 schermidori partiti per Belfast, vera e propria rappresentazione dell'intero territorio italiano. In questo particolare momento, poi, la scherma azzurra, oltre ad assumere atteggiamenti di grande correttezza e lealtà in pedana, non ha dimenticato il dramma dei nostri connazionali d'Abruzzo vittime di un tremendo terremoto. Atleti che hanno gioito per la conquista delle medaglie, ma ragazzi e ragazze che non si sono risparmiati nell'esprimere una parola di conforto nei confronti dei loro coetanei più sfortunati".


MEDAGLIERE CADETTI

PAESE

ORO

ARGENTO

BRONZO

TOTALE

Stati Uniti

2

2

2

6

Russia

2

/

1

3

Italia

1

1

5

7

Ungheria

1

1

1

3

Svezia

/

1

/

1

Austria

/

1

/

1

Cina

/

/

1

1

Ucraina

/

/

1

1

Germania

/

/

1

1



MEDAGLIERE GIOVANI

PAESE

ORO

ARGENTO

BRONZO

TOTALE

Italia

3

4

2

9

Russia

3

/

5

8

Ucraina

2

2

1

5

Ungheria

1

1

3

5

Stati Uniti

1

1

3

5

Germania

1

/

1

2

Cina

1

/

/

1

Polonia

/

2

1

3

Corea del Sud

/

1

/

1

Gran Bretagna

/

1

/

1

Spagna

/

/

1

1

Francia

/

/

1

1



COPPA DELLE NAZIONI

PAESE

PUNTI

Italia

342

Russia

294

Ucraina

276

Stati Uniti

248

Ungheria

230

Corea del Sud

200

Polonia

186

Francia

184

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI - BELFAST, ORO PER I FIORETTISTI. L'ITALIA CONQUISTA LA COPPA DELLE NAZIONI.

Roma - Sedicesima medaglia per la squadra azzurra nell'ultima giornata di gare ai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani disputati a Belfast (Irlanda del Nord). Nel fioretto maschile, infatti, il team italiano si è aggiudicato il titolo iridato nella prova a squadre Under 20, superando nell'ultimo assalto gli Stati Uniti (Alexander Massialas, Miles Chamley-Watson, Gerek Meinhardt, Zain Shaito) per 45 a 34 nel remake della finale dell'anno scorso ad Acireale. Giorgio Avola, Alessio Foconi (nella foto), Tommaso Lari ed Alessandro Paroli si sono così presi la rivincita sul team statunitense riportando l'oro in Italia dopo due anni dal successo di Belek 2007. Un dominio assoluto sin dal primo turno e frutto dei successi sulla Repubblica Slovacca (Pavol Celler, Andrej Kralik, Jakub Joniak) per 45 a 32, sulla Polonia (Maciej Wlosek, Tomasz Sinoracki, Pawel Osmanski, Bartosz Lukowski) per 45 a 16 e sulla Corea del Sud (Myeong Jun Moon, Seung Woong Lee, Hyo Gon Kim, Min Kyu Kim) per 45 a 35. Bronzo per la Russia vittoriosa per 45 a 31 sulla Corea del Sud. Bilancio estremamente positivo per il C.t. Stefano Cerioni: "Torniamo da Belfast con un bottino assai prestigioso per il fioretto. I ragazzi hanno dato dimostrazione di grande forza e tecnica sin dall'inizio, dimostrando, inoltre, grande voglia di vincere. Un plauso particolare ai maestri Paoletti e Villa per il contributo reso in questi giorni a bordo pedana". Nella spada femminile, invece, le azzurre si sono classificate al sesto posto. Brenda Briasco, Marta Ferrari, Rossella Fiamingo e Giulia Rizzi sono uscite nei quarti per 42 a 45 con l'Ungheria (Edina Bekefi, Edina Antal, Dorina Budai, Kata Mihaly), dopo il successo ottenuto al primo turno con la Francia (Marie Florence Candassamy, Melissa Goram, Charlotte Jeanne, Gaelle Didier) per 45 a 34. Le vice campionesse uscenti non sono riuscite a vincere un assalto equilibratissimo e deciso solo nell'ultima manche. L'Italia al termine dei primi due giri chiudeva in vantaggio (15-12, 30-28), ma proprio nelle ultime tre frazioni non riusciva a tenere, lasciando così il via libera alle ungheresi. La Bekefi (7-4 alla Ferrari) portava avanti le magiare sul 34-35, ma subito dopo la Briasco (6-4 alla Budai) sembrava regalare la speranza di qualificazione al team italiano che volava sul 40-39. Nell'ultimo testa a testa, però, la Fiamingo cedeva per 2-6 alla Antal e l'Ungheria volava in semifinale. Grande rammarico per il responsabile d'arma Sandro Cuomo: "Il risultato è deludente perché le ragazze potevano tranquillamente andare avanti. Peccato perché abbiamo perso solo nel finale dopo aver condotto per buona parte della sfida. Onore all'Ungheria, squadra compatta e ricca d'individualità". La medaglia d'oro è andata alla Russia (Yana Zvereva, Evgenia Seregina, Violetta Kolobova, Darya Pozharova) impostasi per 45 a 44 sulla Polonia. Le neocampionesse del mondo ritornano sul gradino più alto del podio a distanza di tre anni dal successo conseguito nel 2006 a Taebaek City. Terzo posto per gli Stati Uniti (45 a 40 all'Ungheria). L'Italia chiude la manifestazione con lo storico bottino di 4 ori, 5 argenti e 7 bronzi stabilendo il nuovo record assoluto per i colori azzurri nel Mondiale. Per il terzo anno consecutivo, poi, è arrivato il successo nella Coppa delle Nazioni con 342 punti, davanti alla Russia con 294 e all'Ucraina con 276. L'appuntamento è ora per il 2010 a Baku in Azerbaijan.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, SPADA FEMMINILE SQUADRE, BELFAST

OTTAVI: Italia b. Francia (Marie Florence Candassamy, Melissa Goram, Charlotte Jeanne, Gaelle Didier) 45-34.

QUARTI: Polonia b. Svezia 45-36; Ungheria (Edina Bekefi, Edina Antal, Dorina Budai, Kata Mihaly) b. Italia 45-42; Stati Uniti b. Ucraina 45-35; Russia b. Estonia 45-27.

SEMIFINALI: Polonia b. Ungheria 45-28; Russia b. Stati Uniti 45-34.

FINALE TERZO POSTO: Stati Uniti b. Ungheria 45-40.

FINALE PRIMO POSTO: Russia (Yana Zvereva, Evgenia Seregina, Violetta Kolobova, Darya Pozharova) b. Polonia 45-44.

CLASSIFICA (23): 1. Russia; 2. Polonia; 3. Stati Uniti; 4. Ungheria; 5. Ucraina; 6. Italia (Brenda Briasco, Marta Ferrari, Rossella Fiamingo, Giulia Rizzi); 7. Estonia; 8. Svezia.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, FIORETTO MASCHILE SQUADRE, BELFAST

OTTAVI: Italia b. Repubblica Slovacca (Pavol Celler, Andrej Kralik, Jakub Joniak) 45-32.

QUARTI: Italia b. Polonia (Maciej Wlosek, Tomasz Sinoracki, Pawel Osmanski, Bartosz Lukowski) 45-16; Corea del Sud b. Cina 45-34; Russia b. Ucraina 45-36; Stati Uniti b. Giappone 45-26.

SEMIFINALI: Italia b. Corea del Sud (Myeong Jun Moon, Seung Woong Lee, Hyo Gon Kim, Min Kyu Kim) 45-35; Stati Uniti b. Russia 43-42.

FINALE TERZO POSTO: Russia b. Corea del Sud 45-31.

FINALE PRIMO POSTO: Italia b. Stati Uniti (Alexander Massialas, Miles Chamley-Watson, Gerek Meinhardt, Zain Shaito) 45-34.

CLASSIFICA (23): 1. Italia (Giorgio Avola, Alessio Foconi, Tommaso Lari, Alessandro Paroli); 2. Stati Uniti; 3. Russia; 4. Corea del Sud; 5. Cina: 6. Ucraina; 7. Polonia; 8. Giappone.


COPPA DELLE NAZIONI

CLASSIFICA: 1. Italia pts. 342; 2. Russia pts. 294; 3. Ucraina pts. 276.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI - BELFAST, FIORETTISTE D'ARGENTO. SESTO POSTO PER GLI SCIABOLATORI.

Roma - Tredicesima medaglia per gli azzurrini nella settima giornata di gare ai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani in corso di svolgimento a Belfast (Irlanda del Nord). Nella prova a squadre di fioretto femminile Under 20, infatti, Martina Batini, Olga Rachele Calissi, Valentina De Costanzo (nella foto) ed Alice Volpi si sono aggiudicate la medaglia d'argento cedendo in finale per 40 a 45 agli Stati Uniti (Lee Kiefer, Nicole Ross, Nzingha Prescod, Ephiphany Georges), dopo le vittorie conseguite sulla Gran Bretagna (Philippa Mullins, Natasha Thomson, Catriona Sibert, Lisa Mckenzie) per 45 a 20, sulla Corea del Sud (Song-Oh Chae, Yoon-Ha Kim, Mi Hyun Park) per 45 a 25 e sulla Francia (Anita Blaze, Ysora Thibus, Anne Carole Zouari, Victoria Bailey) per 45 a 39. Un vero peccato per le ragazze italiane avanti fino alla quinta frazione per 22 a 20. Nella sesta manche, però, la Ross (9-3 alla Batini) regalava il primo sorpasso alle statunitensi sul 29-25. La De Costanzo (6-2 alla Kiefer), poi, riusciva ad impattare la sfida sul 31-31, ma ancora la Ross (9-3 alla Volpi) scavava il solco decisivo che faceva la differenza. Sul 34-40 la Batini superava di misura (6-5) la Prescod, ma era troppo tardi e l'Italia si doveva accontentare della piazza d'onore. Positivo il commento del C.t. Stefano Cerioni: "Abbiamo perso con una buona squadra, pagando qualche errore tattico ed un po' di stanchezza. La sconfitta ci sta. Sono comunque soddisfatto della prestazione della squadra. Vincere è un'altra cosa, ma a volte bisogna sapersi accontentare". Nella sciabola maschile, invece, Fabrizio Marino, Enrico Navarria, Riccardo Nuccio e Stefano Sbragia, dopo aver sconfitto al primo turno la Georgia (Sandro Bazadze, Lasha Mikeladze, Beka Bazadze, Mikheil Mardaleishvili) per 45 a 29, sono stati eliminati nei quarti per 43 a 45 dalla Germania (Marlon Hirzmann, Max Hartung, Benedikt Wagner, Sebastian Schrodter). Dopo un avvio equilibrato con l'Italia avanti per 15 a 14, la sfida veniva decisa nel secondo giro dal quasi risolutivo break tedesco (8-16) che fissava il risultato sul 23 a 30. Nuccio, poi, con una grande rimonta, riportava il team italiano sul -2 (33-35). Navarria e Sbragia, però, impattavano i loro assalti (5-5 con Wagner ed Hartung) e non riuscivano a completare l'impresa. L'Italia chiudeva così al sesto posto. Delusione nelle parole del responsabile d'arma Giovanni Sirovich: "C'è amarezza per un match prima guidato, poi perso e di nuovo ripreso. Dovremo insistere sulla qualità, perché costruendo azioni di scherma riusciremo a fare la differenza". La medaglia d'oro è andata all' Ungheria (Csaba Gall, Nikolasz Iliasz, Aron Szilagyi, Sebestyen Puy) impostasi per 45 a 36 sulla Corea del Sud. Terzo posto per l'Italia nel medagliere (2 ori, 4 argenti e 7 bronzi) alle spalle della Russia (4 ori e 4 bronzi) e degli Stati Uniti (3 ori, 2 argenti e 4 bronzi). L'appuntamento è ora per domani con la disputa delle prove di sciabola femminile e spada maschile a squadre. Alle ore 9.30 saliranno in pedana le sciabolatrici Rossella Gregorio, Caterina Navarria, Lucrezia Sinigaglia ed Irene Vecchi; mentre, sempre alla stessa ora, sarà la volta degli spadisti Andrea Cipriani, Luca Ferraris, Enrico Garozzo e Riccardo Schiavina.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, SCIABOLA MASCHILE SQUADRE, BELFAST

OTTAVI: Italia b. Georgia (Sandro Bazadze, Lasha Mikeladze, Beka Bazadze, Mikheil Mardaleishvili) 45-29.

QUARTI: Ungheria b. Canada 45-32; Germania (Marlon Hirzmann, Max Hartung, Benedikt Wagner, Sebastian Schrodter) b. Italia 45-43; Corea del Sud b. Stati Uniti 45-37; Spagna b. Ucraina 45-40.

SEMIFINALI: Ungheria b. Germania 45-29; Corea del Sud b. Spagna 45-42.

FINALE TERZO POSTO: Germania b. Spagna 45-38.

FINALE PRIMO POSTO: Ungheria b. Corea del Sud 45-36.

CLASSIFICA (21): 1. Ungheria (Csaba Gall, Nikolasz Iliasz, Aron Szilagyi, Sebestyen Puy); 2. Corea del Sud; 3. Germania; 4. Spagna; 5. Ucraina; 6. Italia (Fabrizio Marino, Enrico Navarria, Riccardo Nuccio, Stefano Sbragia); 7. Stati Uniti; 8. Canada.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, FIORETTO FEMMINILE SQUADRE, BELFAST

OTTAVI: Italia b. Gran Bretagna (Philippa Mullins, Natasha Thomson, Catriona Sibert, Lisa Mckenzie) 45-20.

QUARTI: Italia b. Corea del Sud (Song-Oh Chae, Yoon-Ha Kim, Mi Hyun Park) 45-25; Francia b. Egitto 45-39; Russia b. Giappone 38-19; Stati Uniti b. Polonia 45-22.

SEMIFINALI: Italia b. Francia (Anita Blaze, Ysora Thibus, Anne Carole Zouari, Victoria Bailey) 45-39; Stati Uniti b. Russia 45-34.

FINALE TERZO POSTO: Russia b. Francia 38-32.

FINALE PRIMO POSTO: Stati Uniti (Lee Kiefer, Nicole Ross, Nzingha Prescod, Ephiphany Georges) b. Italia 45-40.

CLASSIFICA (23): 1. Stati Uniti; 2. Italia; (Martina Batini, Olga Rachele Calissi, Valentina De Costanzo, Alice Volpi); 3. Russia; 4. Francia; 5. Giappone; 6. Polonia: 7. Corea del Sud; 8. Egitto.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI - BELFAST, SPADISTI D'ORO. ARGENTO PER LE SCIABOLATRICI.

Roma - Azzurrini ancora protagonisti nell'ottava giornata di gare ai Campionati del Mondo Giovani in corso di svolgimento a Belfast (Irlanda del Nord). Nella prova a squadre di spada maschile, infatti, l'Italia ha conquistato il titolo iridato; mentre, nella sciabola femminile, è arrivata la medaglia d'argento. Andrea Cipriani, Luca Ferraris, Enrico Garozzo (nella foto) e Riccardo Schiavina hanno vinto l'oro superando in finale per 45 a 42 l'Ucraina (Yaroslav Ponomarenko, Anatoliy Herey, Denys Boreyko, Yevgeniy Makiyenko), dopo i successi ottenuti sul Giappone (Takuro Shimmura, Yoshiki Hirano, Koshiro Uehara) per 45 a 20, su Israele (Roman Yarinovsky, Ido Herpe, Dimitry Prokhorov, Roman Trahtenberg) per 45 a 42, sulla Francia (Alexandre Bardenet, Romain Courtois, Florian Heimendinger, Virgile Marchal) per 45 a 41 e sulla Corea del Sud (Yun Tae Kim, Jae Ho Song, Sung Kug Jung) per 45 a 28. L'Italspada non saliva sul gradino più alto del podio dall'edizione del 2001 a Danzica, allorquando s'imposero Baglietto, Falcini, Mencacci e Tagliariol. Un assalto vinto solo nell'ultima frazione di gara ed al termine di una sfida equilibratissima. Azzurri avanti fino alla quinta manche (25-23), prima di subire il primo sorpasso ucraino (29-30), grazie al 7-4 di Herey su Cipriani. Ferraris, però, impattava (35-35) di nuovo la contesa, rifilando un 6-5 a Ponomarenko e subito dopo Cipriani teneva con Boreyko (5-5) fissando il risultato sul 40 pari. Nell'ultimo e decisivo head to head, quindi, Garozzo superava per 5-2 Herey e regalava il trionfo all'Italia. Una vittoria che Cipriani, Ferraris, Garozzo e Schiavina dedicavano, non senza emozione, al compianto C.t. Carlo Carnevali. Un gesto da campioni del mondo. Grande gioia per il commissario tecnico Sandro Cuomo: "Grande prova di carattere. I ragazzi hanno messo in pedana la voglia di riscatto dopo la deludente prova nell'individuale. Hanno dimostrato tutto il loro valore e sono certo che il futuro è dalla loro parte. Mi associo alla squadra nel dedicare questo successo a Carlo Carnevali per ciò che ha fatto in questi anni di guida tecnica". Terzo posto, infine, per l'Ungheria (45 a 35 alla Corea del Sud). Nella sciabola femminile, invece, piazza d'onore per Rossella Gregorio, Caterina Navarria, Lucrezia Sinigaglia ed Irene Vecchi, protagoniste di una prova di assoluto valore. Il team italiano dopo aver superato la Gran Bretagna (Sophie Williams, Jessica Davies, Kira Roberts, Grace O'Connell) per 45 a 19, la Cina (Bodan Li, Fei Li, Xue Gao) per 45 a 36 e la Russia (Viktoriya Kovaleva, Anna Illarionova, Julia Gavrilova, Olga Telezhkina) per 45 a 27, si arreso nella finalissima per il titolo per 35 a 45 alle campionesse uscenti dell'Ucraina (Olena Voronina, Olga Kharlan, Olga Zhovnir, Alina Komashuk). Le sciabolatrici azzurre, dopo un primo giro equilibrato (14-15), hanno ceduto nelle tre successive frazioni (22-30), senza mai riuscire a rimontare una sfida che le ha viste poi soccombere di 10 stoccate. La sciabola femminile non saliva sul podio dal 2006 a Taebaek City. Soddisfatto il responsabile d'arma Giovanni Sirovich: "Una bella medaglia, frutto di due grandi prestazioni nei quarti ed in semifinale con Cina e Russia. In finale, poi, le ragazze si sono disunite nel secondo giro e non sono state più in grado di riprendere il match. Hanno comunque dimostrato grande unità ed affiatamento. Una vera squadra. Un plauso particolare ai maestri Dentico e Di Agostino per il grande lavoro svolto in questi giorni". La medaglia di bronzo è andata alla Russia vittoriosa per 45 a 42 sulla Francia. L'Italia con 15 medaglie (3 ori, 5 argenti e 7 bronzi) supera così lo storico record stabilito nell'edizione del 2008 ad Acireale, quando gli allori furono 13 (3 ori, 8 argenti e 2 bronzi). Nel medagliere primeggia ancora la Russia (4 ori 5 bronzi) davanti agli Stati Uniti (3 ori, 2 argenti e 4 bronzi). L'appuntamento è ora per domani con la disputa delle prove di spada femminile e fioretto maschile a squadre. Alle ore 9.30 saliranno in pedana le spadiste Brenda Briasco, Marta Ferrari, Rossella Fiamingo e Giulia Rizzi; mentre, alle ore 11.30, sarà la volta dei fiorettisti Giorgio Avola, Alessio Foconi, Tommaso Lari ed Alessandro Paroli.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, SCIABOLA FEMMINILE SQUADRE, BELFAST

OTTAVI: Italia b. Gran Bretagna (Sophie Williams, Jessica Davies, Kira Roberts, Grace O'Connell) 45-19.

QUARTI: Ucraina b. Stati Uniti 45-37; Francia b. Polonia 45-37; Russia b. Ungheria 45-37; Italia b. Cina (Bodan Li, Fei Li, Xue Gao) 45-36.

SEMIFINALI: Ucraina b. Francia 45-42; Italia b. Russia (Viktoriya Kovaleva, Anna Illarionova, Julia Gavrilova, Olga Telezhkina) 45-27.

FINALE TERZO POSTO: Russia b. Francia 45-42.

FINALE PRIMO POSTO: Ucraina (Olena Voronina, Olga Kharlan, Olga Zhovnir, Alina Komashuk) b. Italia 45-35.

CLASSIFICA (17): 1. Ucraina; 2. Italia (Rossella Gregorio, Caterina Navarria, Lucrezia Sinigaglia, Irene Vecchi); 3. Russia; 4. Francia; 5. Ungheria; 6. Polonia; 7. Cina; 8. Stati Uniti.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, SPADA MASCHILE SQUADRE, BELFAST

16ESIMI: Italia b. Giappone (Takuro Shimmura, Yoshiki Hirano, Koshiro Uehara) 45-20.

OTTAVI: Italia b. Israele (Roman Yarinovsky, Ido Herpe, Dimitry Prokhorov, Roman Trahtenberg) 45-42.

QUARTI: Italia b. Francia (Alexandre Bardenet, Romain Courtois, Florian Heimendinger, Virgile Marchal) 45-41; Corea del Sud b. Germania 45-44; Ungheria b. Russia 45-21; Ucraina b. Canada 24-20.

SEMIFINALI: Italia b. Corea del Sud (Yun Tae Kim, Jae Ho Song, Sung Kug Jung) 45-28; Ucraina b. Ungheria 45-43.

FINALE TERZO POSTO: Ungheria b. Corea del Sud 45-35.

FINALE PRIMO POSTO: Italia b. Ucraina (Yaroslav Ponomarenko, Anatoliy Herey, Denys Boreyko, Yevgeniy Makiyenko) 45-42.

CLASSIFICA (33): 1. Italia (Andrea Cipriani, Luca Ferraris, Enrico Garozzo, Riccardo Schiavina); 2. Ucraina; 3. Ungheria; 4. Corea del Sud; 5. Francia; 6. Russia; 7. Canada: 8. Germania.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI - BELFAST, ORO PER TOMMASO LARI E BRONZO PER ALESSIO FOCONI NEL FIORETTO. ROSSELLA FIAMINGO NONA NELLA SPADA.

Roma - Doppio podio azzurro nella sesta giornata di gare ai Campionati del Mondo Giovani in corso di svolgimento a Belfast (Irlanda del Nord). Nel fioretto maschile, infatti, Tommaso Lari (nella foto) ha conquistato il titolo mondiale; mentre, Alessio Foconi, si è aggiudicato la medaglia di bronzo. Grande prestazione per Lari, vice campione uscente e protagonista di una gara perfetta nel corso della quale ha superato nell'ordine il turco Tevfik Burak Babaoglu (15-1), il giapponese Ryo Miyake (15-14), il compagno di squadra Giorgio Avola (15-12), il cinese Jialuo Shi (15-11) e l'azzurro Alessio Foconi (15-9). In finale, quindi, il 18enne del Fides Livorno ha avuto la meglio per 15 a 13 sul britannico Edward Jefferies. L'Italia non centrava l'oro nel fioretto maschile dal 2007 a Belek con Martino Minuto. Prova da incorniciare anche per Alessio Foconi salito sul gradino più basso del podio ed arresosi solo in semifinale a Lari. Il 19enne schermidore in forza al Circolo della Scherma Terni nei turni precedenti aveva sconfitto il greco Nikolao Kontochristopoulos (15-5), il bielorusso Aliaksandr Lukashevic (15-14), il canadese Anthony Prymack (15-4) ed il tedesco Marius Braun (15-5). Dodicesimo posto, poi, per Giorgio Avola. Soddisfatto il C.t. Stefano Cerioni: "Meglio di così non poteva andare. Lari ha trovato finalmente la meritata vittoria dopo una serie di secondi posti. Un plauso particolare ai maestri della sua società Marco Vannini ed Athos Tanzini. Bene anche Foconi con un bronzo di tutto rispetto. Oggi abbiamo tirato molto bene ed abbiamo chiuso le prove individuali con un bottino prestigioso". Nella spada femminile, invece, nono posto per Rossella Fiamnigo, eliminata negli ottavi per 14-15 dall'ucraina Anfisa Pochkalova, dopo le vittorie ottenute sulla canadese Gabrielle Lavoie (15-14) e sulla francese Charlotte Jeanne (15-14). La 17enne schermitrice in forza alla Methodos Catania, campionessa italiana Under 20, dopo essere stata in vantaggio per una stoccata (14-13), è stata prima raggiunta e poi superata dalla sua avversaria. Niente da fare, poi, per Giulia Rizzi, eliminata nei 16esimi per 12-15 dall'estone Julia Zuikova e classificatasi al 18esimo posto. Per la 19enne friulana delle Fiamme Oro si tratta del peggior risultato in carriera nella manifestazione iridata. Eliminazione al primo turno, infine, per Marta Ferrari (48esima), sconfitta per 8-15 dall'estone Erika Kirpu. Grande rammarico nelle parole del responsabile d'arma Sandro Cuomo: "La tensione ha giocato un brutto scherzo alle nostre atlete. Hanno tirato al di sotto delle loro possibilità ed il risultato è senza dubbio negativo. Peccato perché le possibilità di arrivare a medaglia c'erano eccome". Medaglia d'oro per la cinese Yujie Sun impostasi per 15 a 5 sulla polacca Ewa Nelip. La Cina ritorna sul gradino più alto del podio a distanza di cinque anni dall'ultimo successo conseguito nel 2003 a Trapani con Xiaojuan Luo. Secondo posto per l'Italia nel medagliere (2 ori 3 argenti e 7 bronzi) alle spalle della Russia (4 ori e 3 bronzi). I russi Violetta Kolobova e Dmitry Zherebchenko si sono aggiudicati rispettivamente la Coppa del Mondo di spada femminile e fioretto maschile. Sesto posto per Rossella Fiamingo tra le spadiste; mentre, tra i fiorettisti, Tommaso Lari è risultato il migliore degli azzurri classificandosi al secondo posto. L'appuntamento è ora per domani con la disputa delle prove di sciabola maschile e fioretto femminile a squadre. Alle ore 9.30 saliranno in pedana gli sciabolatori Fabrizio Marino, Enrico Navarria, Riccardo Nuccio e Stefano Sbragia; mentre, alle ore 10.30, sarà la volta delle fiorettiste Martina Batini, Olga Rachele Calissi, Valentina De Costanzo ed Alice Volpi.


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, SPADA FEMMINILE, BELFAST

32ESIMI: Erika Kirpu (EST) b. Marta Ferrari (ITA) 15-8.

16ESIMI: Julia Zuikova (EST) b. Giulia Rizzi (ITA) 15-12.

OTTAVI: Anfisa Pochkalova (UKR) b. Rossella Fiamingo (ITA) 15-14.

QUARTI: Ewa Nelip (POL) b. Soon Hwa Lee (KOR) 15-9; Dominika Mosler (POL) b. Evgenia Seregina (RUS) 15-8; Yujie Sun (CHN) b. Julia Zuikova (EST) 15-11; Anfisa Pochkalova (UKR) b. In Jeong Choi (KOR) 15-10.

SEMIFINALI: Ewa Nelip (POL) b. Dominika Mosler (POL) 15-9; Yujie Sun (CHN) b. Anfisa Pochkalova (UKR) 15-11.

FINALE: Yujie Sun (CHN) b. Ewa Nelip (POL) 15-5.

CLASSIFICA (102): 1. Yujie Sun (CHN); 2. Ewa Nelip (POL); 3. Dominika Mosler (POL); 3. Anfisa Pochkalova (UKR); 5. Evgenia Seregina (RUS); 6. In Jeong Choi (KOR); 7. Soon Hwa Lee (KOR); 8. Julia Zuikova (EST); 9. Rossella Fiamingo (ITA); 18. Giulia Rizzi (ITA); 48. Marta Ferrari (ITA).


CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI, FIORETTO MASCHILE, BELFAST

OTTAVI: Tommaso Lari (ITA) b. Giorgio Avola (ITA) 15-12.

QUARTI: Tommaso Lari (ITA) b. Jialuo Shi (CHN) 15-11; Alessio Foconi (ITA) b. Marius Braun (GER) 15-5; Edward Jefferies (GBR) b. Seung Woong Lee (KOR) 11-10; Gerek Meinhardt (USA) b. Paul Fausser (FRA) 15-9.

SEMIFINALI: Tommaso Lari (ITA) b. Alessio Foconi (ITA) 15-9; Edward Jefferies (GBR) b. Gerek Meinhardt (USA) 15-13.

FINALE: Tommaso Lari (ITA) b. Edward Jefferies (GBR) 15-13.

CLASSIFICA (114): 1. Tommaso Lari (ITA); 2. Edward Jefferies (GBR); 3. Alessio Foconi (ITA); 3. Gerek Meinhardt (USA); 5. Jialuo Shi (CHN); 6. Paul Fausser (FRA); 7. Marius Braun (GER); 8. Seung Woong Lee (KOR); 12. Giorgio Avola (ITA).


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito