Lista Eventi Campionati del Mondo Cadetti e Giovani TASHKENT2015

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI TASHKENT2015 - 12 MEDAGLIE ED UN'UNICA GRANDE EMOZIONE AZZURRA

PODIOTASHKENT - Cala il sipario sui Campionati del Mondo Cadetti e Giovani Tashkent2015. Sarà una edizione che la scherma italiana ricorderà a lungo. 
Dalle complesse fasi organizzative della vigilia, gestite meticolosamente dal personale della segreteria federale, sino alla logistica quotidiana nella capitale uzbeka, ogni elemento è stato curato nel dettaglio per permettere a ciascun componente la delegazione azzurra di poter affrontare nel migliore dei modi la competizione iridata.

Gli azzurri tornano a casa con un totale di 12 medaglie, di cui 5 conquistate nel programma riservato ai Cadetti e 7 in quello dedicato agli under 20. Nello specifico, sono cinque i titoli iridati che arrivano in Italia: quello individuale di fioretto maschile Giovani con Damiano Rosatelli, e quelli conquistati con le squadre Giovani di fioretto femminile, sciabola femminile, fioretto maschile e spada femminile.
Quattro sono invece le medaglie d'argento, che vanno al collo di Francesco Ingargiola nel fioretto maschile Giovani, Lucia Lucarini nella sciabola femminile Cadetti, Serena Rossini nel fioretto femminile Cadetti e di Francesco Bonsanto nella sciabola maschile Giovani.
Tre invece le medaglie di bronzo ottenute da Alberto Arpino e Matteo Neri nella sciabola maschile Cadetti, e da Eleonora De Marchi nella spada femminile Cadetti.

Un bottino complessivo che permette all'Italia di vincere il medagliere Giovani, il medagliere complessivo, la classifica per Nazioni under20 e la classifica per Nazioni totale.
Un successo di tutto il gruppo azzurro e di tutta la delegazione italiana presente a Tashkent.
"Come capo delegazione, al termine di questo vero "tour de force" - dichiara Paolo Azzi, vicepresidente federale e Capo Delegazione Giovani - mi piace esprimere, anche a nome del Capo Delegazione Cadetti, Giampiero Pastore, l'apprezzamento e la gratitudine per tutto lo staff tecnico, oltre che a quello medico, ai tecnici delle armi, alla segreteria federale, all'ambito della comunicazione ed anche per l'arbitro italiano Luigi Martillotti e per il membro italiano nella commissione arbitrale internazionale, Marco Siesto. Abbiamo ancora una volta dimostrato le capacità organizzative dell'Italia nel panorama internazionale della scherma. Sul piano agonistico - prosegue Azzi -, la vittoria del medagliere complessivo e della classifica per Nazioni, palesa quanto di buono fatto dai nostri ragazzi in pedana. Personalmente sono molto soddisfatto, soprattutto perchè ben quattro dei cinque titoli sono giunti nelle gare a squadre. Questo testimonia il buon livello complessivo dei nostri ragazzi, al di là delle individualità e delle singole prestazioni che si sono segnalate. Il plauso per quanto ottenuto a livello individuale va poi a Damiano Rosatelli, Francesco Ingargiola e Francesco Bonsanto, ma le quattro vittorie di squadre, giunte a volte anche contro i favori del pronostico ed anche come riscatto delle prove individuali, sono un segnale positivo della capacità di fare gruppo e della voglia di vincere. Come si è visto anche nei momenti più difficili dei vari assalti, ho molto apprezzato lo spirito di squadra ed il "gioco" d'insieme di tutta la delegazione. Spetta a noi - conclude Paolo Azzi -  seguire adesso questi ragazzi nel loro percorso di crescita che, inevitabilmente, li vede bussare alle porte delle Nazionali Assoluti".

Il Presidente federale, Giorgio Scarso, nel suo commento finale, lancia tre ringraziamenti specifici: all'intera delegazione, alle società ed alle famiglie degli atleti. "Non si può che tributare un plauso - dice il vertice della Federazione Italiana Scherma - a tutti gli atleti, allo staff tecnico, medico e della segreteria federale ed ai tre Commissari tecnici. Questi ultimi, nonostante gli impegni legati alla delicata fase di qualificazione olimpica che avrebbero giustificato una loro assenza, hanno scelto di essere presenti accanto agli atleti che rappresentano il futuro della scherma italiana. Il pensiero va anche a tutte le società che operano sul territorio nazionale. E' grazie al loro impegno nella promozione e nella crescita che la scherma azzurra riesce a ben figurare negli appuntamenti internazionali ed ad onorare al meglio l'Italia. Questi splendidi risultati - prosegue ancora Giorgio Scarso - seguono quelli ottenuti agli Europei di categoria a Maribor e testimoniano l'ottimo stato di salute del settore giovanile della scherma italiana. Vincere il medagliere e la classifica per Nazioni, riempie d'orgoglio la Federazione Italiana Scherma ed infonde entusiasmo per continuare a lavorare nel percorso intrapreso. Infine - conclude il Presidente federale - un pensiero ed un ringraziamento va alle famiglie di questi atleti. Sono loro i primi "sponsor" della scherma azzurra. Non solo perchè con il loro supporto consentono ai loro figli di svolgere l'attività agonistica, ma perchè ci affidano dei bambini che, con la scherma, diventano uomini e campioni, in pedana e nella vita".

"Siamo orgogliosi di essere rappresentati da voi" ha detto l'Ambasciatore italiano a Tashkent, Riccardo Manara, presente nelle giornate di gara e più volte mostratosi al fianco degli azzurri e dell'intera delegazione italiana.

STATISTICHE
Grazie alle 12 medaglie conquistate a Tashkent, il medagliere dell'Italia sale a quota 224 medaglie conquistate nella storia dei Campionati del Mondo Giovani ed a quota 110 conquistate ai Campionati del Mondo Cadetti.

MEDAGLIE ITALIA 

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI TASHKENT2015 - MEDAGLIERE AZZURRO
ORO - 5
Damiano Rosatelli - Fioretto maschile Giovani
Squadra - Fioretto femminile Giovani (Erica Cipressa, Claudia Borella, Elisabetta Bianchin, Camilla Rivano)
Squadra - Sciabola femminile Giovani (Chiara Mormile, Eloisa Passaro, Sofia Ciaraglia, Rebecca Gargano)
Squadra - Spada femminile Giovani (Alice Clerici, Roberta Marzani, Nicol Foietta, Eleonora De Marchi)
Squadra - Fioretto maschile Giovani (Damiano Rosatelli, Francesco Ingargiola, Tommaso Ciuti, Lorenzo Francella)

ARGENTO - 4
Serena Rossini - Fioretto femminile Cadetti
Lucia Lucarini - Sciabola femminile Cadetti
Francesco Ingargiola - Fioretto maschile Giovani
Francesco Bonsanto - Sciabola maschile Giovani

BRONZO - 3
Eleonora De Marchi - Spada femminile Cadetti
Matteo Neri - Sciabola maschile Cadetti
Alberto Arpino - Sciabola maschile Cadetti

CAMPIONATI DEL MONDO GIOVANI
TOTALI: 224

ORO - Tot.: 64
Oro - Individuale: 44
Oro - Squadre: 21

ARGENTO - Tot.: 68
Argento - Individuale: 50
Argento - Squadre: 17
Argento alle 3 armi: 1

BRONZO - Tot: 91
Bronzo - Individuale: 76
Bronzo - Squadre: 14
Bronzo alle 3 armi: 1

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI
TOTALI: 110

ORO: 29

ARGENTO: 34

BRONZO: 47

MONDIALI GIOVANI TASHKENT2015 - IX GIORNATA - SI CHIUDE IN TRIONFO: ITALIA D'ORO NEL FIORETTO MASCHILE E NELLA SPADA FEMMINILE

azzurri trionfo tashkent under20TASHKENT - L'Italia chiude i Campionati del Mondo Cadetti e Giovani 2015 con un bottino complessivo di dodici medaglie 
e la conquista del medagliere finale e della classifica per Nazioni.

L'ultima giornata di gara a Tashkent si rivela un vero trionfo per i colori azzurri. L'Italia infatti vince il titolo iridato sia nella prova a squadre di fioretto maschile che in quella di spada femminile.

Nella fioretto maschile, la squadra italiana sale sul gradino più alto del podio e conquista la medaglia d'oro nel fioretto maschile grazie al quartetto composto dal campione del Mondo individuale Damiano Rosatelli, dal suo vice e vincitore della Coppa del Mondo di categoria, Francesco Ingargiola, e da Tommaso Ciuti e Lorenzo Francella. 
I quattro ragazzi del CT Andrea Cipressa portano in pedana tutto il loro talento e la voglia di vincere, siglando un percorso di gara che ha attestato la supremazia azzurra.
Dopo aver superato ai quarti il Giappone per 45-38, gli azzurri hanno infatti sconfitto in semifinale la Francia col punteggio di 45-31 e poi hanno ripetuto lo stesso score anche in finale contro la quotata Cina.
"Sono orgoglioso di questa squadra - commenta "a caldo" il Commissario Tecnico, Andrea Cipressa -. Si tratta di ragazzi che hanno dato una grande dimostrazione di talento, lanciando segnali importanti anche per il futuro del fioretto azzurro. Atleti come questi, infatti, possono riternersi pronti al "salto" nel settore Assoluti, ma anche di poter rappresentare una speranza in chiave Tokyo2020. Un "grazie" più che doveroso va ai loro maestri, a tutto lo staff tecnico della Nazionale, ma anche - conclude Cipressa - a ciascuno dei componenti la delegazione azzurra presente qui a Tashkent. Il lavoro di ognuno, dallo staff medico ai tecnici delle armi, senza dimenticare alcuno, è prezioso perché permette agli atleti di essere messi nelle condizioni migliori per potersi esprimere in pedana".
La squadra azzurra aveva iniziato la sua cavalcata, nella giornata di martedi, vincendo gli assalti dei primi due turni della prova, rispettivamente contro il Qatar per 45-12 e poi contro l'Ungheria col punteggio di 45-27.

Trionfo azzurro anche nella spada femminile. Roberta Marzani, Nicol Foietta, Alice Clerici ed Eleonora De Marchi conquistano il titolo iridato, laureandosi campionesse del Mondo, al termine di una finale entusiasmante, in cui hanno affrontato e superato la Russia per 45-35. Dopo un avvio deciso da parte delle russe, le azzurre del CT Sandro Cuomo sono riuscite a rimontare per poi gestire il vantaggio. Nell'ultima frazione, con in pedana la torinese Alice Clerici, la formazione russa era riuscita a pareggiare i conti portandosi. Da lì in poi però l'azzurra ha riacquisito la concentrazione giusta, portandosi definitivamente in vantaggio e mettendo a segno l'allungo decisivo.
In semifinale le quattro italiane avevano sconfitto la Germania, campione d'Europa a squadre, col netto punteggio di 45-33, mentre ai quarti avevano avuto ragione dell'ostica Polonia per 45-39.
"Queste ragazze rappresentano una "squadra" con la S maiuscola - ammette il CT Sandro Cuomo -. Sono un gruppo e lo hanno dimostrato anche oggi, perché nei momenti difficili sono state capaci di tirare fuori tutte le loro potenzialità, facendo quadrato e tirando l'una per l'altra. Complimenti a loro, ai loro maestri, a tutto lo staff del gruppo di spada. E' il giusto riscontro per il lavoro svolto ed anche un elemento di positività che serviva a tutto il movimento, dato che a questi Mondiali abbiamo visto sfumare a volte per una stoccata, l'accesso al podio. Le potenzialità c'erano ma non eravamo riusciti a dimostrarlo con una medaglia. Stavolta ce l'abbiamo fatta ed è stata una grande dimostrazione del valore della spada italiana".  Le azzurre, nei primi due turni della gara svoltisi mercoledi, avevano vinto rispettivamente contro il Kirghizistan per 45-13 e contro l'Austria per 45-29.

Si è conclusa nella prima giornata di gara l'esperienza della squadra azzurra di sciabola maschile under20. Il quartetto italiano composto da Francesco Bonsanto, Iacopo Rinaldi, Eugenio Castello e Dario Cavaliere è stato infatti sconfitto, nel turno dei 16, col punteggio di 45-44 dalla Corea del Sud poi vincitrice del titolo iridato.
Nel successivo tabellone dei piazzamenti, l'Italia ha dapprima vinto contro la Gran Bretagna per 45-39, per poi uscire sconfitta dalla Germania per 45-43. Gli azzurri hanno infine conquistato l'undicesimo posto, superando Hong Kong per 45-37.

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - FIORETTO MASCHILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 07/09 Aprile 2015
Finale
ITALIA b. Cina 45-31

Finale 3°-4° posto
Francia b. Usa 45-28

Semifinali
ITALIA b. Francia 45-31
Cina b. Usa 45-25

Quarti
ITALIA b. Giappone 45-38
Francia b. Russia 45-36
Usa b. Danimarca 45-24
Cina b. Australia 45-41

Tabellone dei 16
ITALIA b. Ungheria 45-27

Tabellone dei 32
ITALIA b. Qatar 45-12

Classifica (28): 1. ITALIA, 2. Cina, 3. Francia, 4. Usa, 5. Giappone, 6. Danimarca, 7. Russia, 8. Australia

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SPADA FEMMINILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 08/09 Aprile 2015
Finale
ITALIA b. Russia 45-35

Finale 3°-4° posto
Germania b. Usa 44-29

Semifinali
Russia b. Usa 41-33
ITALIA b. Germania 45-33

Quarti
Russia b. Cina 45-41
Usa b. Ungheria 40-39
Germania b. Egitto 45-35
ITALIA b. Polonia 45-39

Tabellone delle 16
ITALIA b. Austria 45-29 

Tabellone delle 32
ITALIA b. Kirghizistan 45-13

Classifica (29): 1. ITALIA, 2. Russia, 3. Germania, 4. Usa, 5. Polonia, 6. Cina, 7. Ungheria, 8. Egitto

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SCIABOLA MASCHILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 08/09 Aprile 2015
Finale
Corea del Sud b. Russia 45-43

Finale 3°-4° posto
Usa b. Polonia 45-41

Semifinali
Russia b. Polonia 45-33
Corea del Sud b. Usa 45-44

Quarti
Russia b. Giappone 45-22
Polonia b. Ungheria 45-40
Usa b. Francia 45-35
Corea del Sud b. Kuwait 45-22

Tabellone dei 16
Corea del Sud b. ITALIA 45-44 

Tabellone dei piazzamenti
Finale 11°-12° posto
ITALIA b. Hong Kong 45-37

Tabellone 9°-12° posto
Ucraina b. Hong Kong 45-29
Germania b. ITALIA 45-43

Tabellone 9°-16° posto
Hong Kong b. Spagna 45-34
Ucraina b. Egitto 45-28
Germania b. Messico 45-36
ITALIA b. Gran Bretagna 45-39

Classifica (25): 1. Corea del Sud, 2. Russia, 3. Usa, 4. Polonia, 5. Francia, 6. Ungheria, 7. Kuwait, 8. Giappone.
11. ITALIA.

MEDAGLIERE FINALE - CADETTI/GIOVANI

TOTALE          
Rank Nation          
1 ITA 5 4 3   12
2 FRA 3 2 1   6
3 USA 3 1 4   8
4 KOR 3 1 1   5
5 GER 2 1 2   5
6 RUS 1 5 4   10
7 ROU 1       1
8 HUN   2 4   6
9 CAN   1 1   2
9 JPN   1 1   2
11 CZE   1     1
12 CHN   1 4   5
13 UKR     2   2
14 POL     1   1
14 EGY     1   1
14 ESP     1   1
14 BEL     1   1

 

MONDIALI GIOVANI TASHKENT2015 - VII GIORNATA - OTTAVA MEDAGLIA PER L'ITALIA: FRANCESCO BONSANTO E' ARGENTO NELLA SCIABOLA MASCHILE UNDER20

Francesco Bonsanto medagliaTASHKENT - Francesco Bonsanto è vicecampione del Mondo di sciabola maschile Giovani.

E' questo l'esito della settima giornata di gara ai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani Tashkent2015, che porta in dote l'ottava medaglia per la spedizione azzurra. 

E' l'argento che va al collo di Francesco Bonsanto, foggiano, classe 1995, fermatosi solo in finale, sul punteggio di 15-8, contro il neocampione del Mondo, lo statunitense Eli Dershwitz.

L'azzurro, che con i punti acquisiti conquista anche la Coppa del Mondo di specialità per la stagione 2014-2015, è giunto in finale vincendo nettamente, col punteggio di 15-12 l'assalto di semifinale contro il sorprendente belga Jules-Emile De Visscher, dando seguito al successo ottenuto ai quarti per 15-7 contro il giapponese Kunihiko Fitz-Gerald. 

“Quando arrivi in finale e perdi è normale avere un pizzico di amaro in bocca – ammette candidamente Francesco Bonsanto -. Però ragionando a mente fredda questa medaglia ha un valore enorme perché va a ripagare i tanti sacrifici che sono costretto a fare (due volte a settimana va da Foggia a Napoli per allenarsi col suo maestro Gigi Tarantino, ndr). Voglio dedicare questa medaglia – dice ancora non nascondendo l’emozione – a me stesso, alla mia famiglia, alla mia ragazza che mi dà serenità, al mio maestro Gigi Tarantino ed a tutti quelli che mi sostengono e mi aiutano ad andare avanti!”.

Nel suo percorso di gara, l'azzurro aveva sconfitto, nel primo turno di giornata, l'algerino Zin Heroui per 15-3, per poi avere ragione nel turno dei 32 del canadese Pascal Lambert col punteggio di 15-9, e nel tabellone dei 16, del portacolori ucraino Kostiantyn Voronov per 15-13.
Si erano concluse invece le avventure individuali di Iacopo Rinaldi e Dario Cavaliere. Il primo, dopo aver superato la fase a gironi ed aver vinto il match contro il cinese Shi Wang per 15-12, è stato eliminato dal giapponese Kunihiko Fitz-Gerald col punteggio di 15-10. Dario Cavaliere, invece, aveva dapprima sconfitto il portacolori di Singapore, Jing Siang Lam per 15-9, per poi essere superato 15-14 dal venezuelano Jose Quintero.

Si è purtroppo fermata ai piedi del podio l'avanzata di Roberta Marzani nella prova di spada femminile Giovani. La sconfitta ai quarti contro la tedesca Nadine Stahlberg per 15-14, lascia tanto rammarico perchè giunta al termine di un assalto in cui Roberta Marzani era riuscita a rimontare più volte sino a portarsi sul 13-13. Un'amarezza attenuata in parte dalla conquista della Coppa del Mondo di specialità, per la seconda stagione consecutiva.
L'atleta bergamasca era approdata ai quarti dopo aver vinto tutti gli assalti del proprio girone ed aver superato in sequenza l'israeliana Kanevski col punteggio di 15-6, la svizzera Moeschlin per 15-12 e, nel tabellone delle 16 atlete, ha la statunitense Amanda Sirico col punteggio di 15-9.
Si erano fermate invece nel turno delle 32 sia Alice Clerici che Nicol Foietta. La prima, che aveva subìto una sola sconfitta nel girone ed aveva poi vinto il match del turno delle 64 contro la finlandese Mustonen per 15-12, è stata superata dalla cinese Xue Qin per 15-13. Nicol Foietta, invece, dopo aver vinto per 15-2 l'assalto del turno delle 128 contro la portacolori di Taipei, Wei Ting Chen e poi, nel turno successivo, quello contro l'ungherese Eniko Siklosi per 13-12 al minuto supplementare, è uscita di scena nel match contro la tedesca Stahlberg, vinto da quest'ultima col punteggio di 15-12.

Hanno preso il via oggi anche le prove a squadre di sciabola femminile Giovani e di fioretto maschile under20.
Nella prima l'Italia ha superato l'Ucraina nel turno delle 16, approdando ai quarti di finale della prova di sciabola femminile Giovani. Il quartetto azzurro composto da Sofia Ciaraglia, Rebecca Gargano, Eloisa Passaro e Chiara Mormile ha sconfitto le ucraine col punteggio di 45-29. Le azzurre torneranno in pedana domani nella giornata finale della prova.
Nel fioretto maschile Giovani, invece, la squadra azzurra composta dal neo campione del Mondo, Damiano Rosatelli, assieme al suo vice Francesco Ingargiola e da Tommaso Ciuti e Lorenzo Francella, ha sconfitto, nel turno dei 32 il Qatar per 45-12, e poi, nel tabellone dei 16, l'Ungheria col punteggio di 45-27.
I fiorettisti dovranno adesso attendere la giornata di giovedi prima di tornare in pedana per affrontare i quarti di finale.

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SCIABOLA MASCHILE - GIOVANI - Tashkent, 07 Aprile 2015
Finale
Dershwitz (Usa) b. Bonsanto (ITA) 15-8

Semifinali
Dershwitz (Usa) b. Amer (Egy) 15-10
Bonsanto (ITA) b. De Visscher (Bel) 15-12

Quarti
Dershwitz (Usa) b. Danilenko (Rus) 15-8
Amer (Egy) b. Kossuth (Hun) 15-11
Bonsanto (ITA) b. Fitz-Gerald (Jpn) 15-7
De Visscher (Bel) b. Lee (Kor) 15-10

Tabellone dei 16
Bonsanto (ITA) b. Voronov (Ukr) 15-13

Tabellone dei 32
Quintero (Col) b. Cavaliere (ITA) 15-14
Fitz-Gerald (Jpn) b. Rinaldi (ITA) 15-10
Bonsanto (ITA) b. Lambert (Can) 15-9

Tabellone dei 64
Cavaliere (ITA) b. Lam (Sin) 15-9
Rinaldi (ITA) b. Wang (Chn) 15-12
Bonsanto (ITA) b. Heroui (Alg) 15-3

Fase a gironi
Francesco Bonsanto: 5 vittorie, 1 sconfitta
Dario Cavaliere: 4 vittorie, 2 sconfitte
Iacopo Rinaldi: 5 vittorie, 1 sconfitta

Classifica (96): 1. Dershwitz (Usa), 2. Bonsanto (ITA), 3. Amer (Egy), 3. De Visscher (Bel), 5. Danilenko (Rus), 6.Lee (Kor), 7. Kossuth (Hun), 8. Fitz-Gerald (Jpn).
21. Rinaldi (ITA), 26. Cavaliere (ITA).

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SPADA FEMMINILE - GIOVANI - Tashkent, 07 Aprile 2015
Finale
Vitalis (Fra) b. Stahlberg (Ger) 15-6

Semifinali
Stahlberg (Ger) b. Qin (Chn) 15-11
Vitalis (Fra) b. Svystil (Ukr) 15-8

Quarti
Stahlberg (Ger) b. Stahlberg (Ger) 15-14
Qin (Chn) b. Kun (Hun) 15-7
Svystil (Ukr) b. Kuzmenkova (Rus) 15-13
Vitalis (Fra) b. Cisneros (Esp) 15-8

Tabellone delle 16
Marzani (ITA) b. Sirico (Usa) 15-9

Tabellone delle 32
Marzani (ITA) b. Moeschlin (Svi) 15-12
Stahlberg (Ger) b. Foietta (ITA) 15-12
Qin (Chn) b. Clerici (ITA) 15-13

Tabellone delle 64
Marzani (ITA) b. Kanveski (Isr) 15-6
Foietta (ITA) b. Siklosi (Hun) 13-12
Clerici (ITA) b. Mustonen (Fin) 15-12

Tabellone delle 128
Foietta (ITA) b. Chen (Tpe) 15-2

Fase a gironi
Roberta Marzani: 6 vittorie, nessuna sconfitta
Nicol Foietta: 4 vittorie, 2 sconfitte
Alice Clerici: 5 vittorie, 1 sconfitta

Classifica (113): 1. Vitalis (Fra), 2. Stahlberg (Ger), 3. Qin (Chn), 3. Svystil (Ukr), 5. Marzani (ITA), 6. Kuzmenkova (Rus), 7. Cisneros (Esp), 8. Kun (Hun).
24. Clerici (ITA), 30. Foietta (ITA)

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SCIABOLA FEMMINILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 07/08 Aprile 2015
Quarti
Francia - Germania
Cina - Russia
Messico - Ungheria
ITALIA - Usa

Tabellone dei 16

ITALIA b. Ucraina 45-29

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - FIORETTO MASCHILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 07/09 Aprile 2015
Quarti
ITALIA - Giappone
Francia - Russia
Usa - Danimarca
Cina - Australia

Tabellone dei 16
ITALIA b. Ungheria 45-27

Tabellone dei 32

ITALIA b. Qatar 45-12

MONDIALI GIOVANI TASHKENT2015 - VIII GIORNATA - GIORNATA STRAORDINARIA: ITALIA D'ORO NEL FIORETTO FEMMINILE E NELLA SCIABOLA DONNE

doppio oro squadre tashkentTASHKENT - L'Italia sale a quota 10 nel medagliere complessivo dei Campionati del Mondo Cadetti e Giovani 2015, grazie ad una giornata indimenticabile.

Il cielo di Tashkent si tinge d'azzurro infatti grazie agli straordinari successi delle squadre italiane di fioretto femminile e di sciabola femminile.

Il trionfo nel fioretto femminile è merito del quartetto composto da Erica Cipressa, Claudia Borella, Elisabetta Bianchin e Camilla Rivano che conquistano il titolo iridato superando gli Stati Uniti col punteggio di 37-36. Assalto thrilling quello contro le portacolori statunitensi, capaci di rimontare nell'ultima frazione dopo che per tutto il match le azzurre erano state in vantaggio. Le ultime due frazioniste, Erica Cipressa per l'Italia e Sabrina Massialas (entrambe figlie dei rispettivi Commissari tecnici), si sono così ritrovate, sul 36-36 a giocarsi il titolo di campionesse del Mondo alla stoccata decisiva. A piazzare il colpo vincente è stata la 18enne di Mogliano Veneto, liberando l'urlo di gioia di tutto il gruppo azzurro. 

"Non si può che essere orgogliosi di loro - dice il Commissario tecnico, Andrea Cipressa -. Ci hanno regalato un'emozione fortissima. Avevo chiesto a queste ragazze di dare oggi il 100%. Hanno risposto con una prestazione eccellente ma soprattutto hanno eseguito con grande tenacia e voglia di vincere, tutte quelle che sono state le nostre indicazoni dalla panchina. Hanno fatto "gruppo" e questo, oltre ad essersi rivelata l'arma in più quest'oggi, può essere un buon punto di partenza per il futuro".
Le quattro neo campionesse del Mondo, avevano iniziato il loro percorso di gara, nella giornata di lunedi, superando nettamente, per 45-25, la Francia nell'assalto previsto dal tabellone delle 16 squadre. Questo mercoledi mattina avevano esordito vincendo il match dei quarti contro il Giappone per 45-37, proseguendo poi in semifinale col successo, per 45-35, contro la Polonia.

Un assalto al cardiopalma porta l'Italia sul tetto del Mondo anche nella sciabola femminile a squadre. Chiara Mormile, Sofia Ciaraglia, Rebecca Gargano ed Eloisa Passaro si laureano campionesse del Mondo di specialità superando in rimonta la quotata Russia col punteggio finale di 45-41. 
Dopo una prima metà di assalto fermamente in mano alle russe, Rebecca Gargano ha avviato la rimonta, lasciando il testimone a Chiara Mormile con un vantaggio di due stoccate. La romana è stata poi brava a mantenere l'attivo ed a consegnare nelle mani di Sofia Ciaraglia un parziale gestito nel migliore dei modi dalla più espriente delle azzurre del CT Giovanni Sirovich.
Le porte della finale si sono aperte dinanzi al cammino del quartetto italiano, dopo aver superato in semifinale, col netto punteggio di 45-36, l'Ungheria.In precedenza, le azzure del CT Giovanni Sirovich aver sconfitto nel turno delle 16 le portacolori del'Ucraina col punteggio di 45-29 e poi avevano avuto ragione ai quarti degli Stati Uniti per 45-37. 
"Sono davvero ragazze d'oro - commenta a caldo il Commissario tecnico della sciabola azzurra, Giovanni Sirovich -. Sono state brave, tenaci, grintose e in pedana hanno dato davvero tutto quanto era nel loro potenziale. Non era semplice salire sul tetto del Mondo e loro lo hanno meritato. I miei complimenti vanno, in tutta sincerità, a loro, ai loro maestri, alle loro società ed anche a tutto lo staff della Nazionale che nel corso della stagione li ha seguiti ed anche oggi mi ha supportato nel metterle nelle condizioni migliori per esprimersi. Loro hanno ricambiato dimostrando di meritare di essere le Campionesse del Mondo".

E' rimasta invece fuori dal podio l'Italia di spada maschile.  La squadra azzurra composta da Federico Vismara, Enrico Bergamini, Cosimo Martini e Davide Amodio Maisto, è stata infatti sconfitta ai quarti col punteggio di 45-31. 
Nei turni precedenti, gli azzurri avevano superato il Venezuela nel turno delle 32 col punteggio di 45-44 e poi, nell'assalto successivo, aveva avuto ragione degli Stati Uniti per 45-29.
Nel tabellone dei piazzamenti, gli azzurri dopo aver vinto contro la Polonia, sono stati sconfitti per 44-43, al minuto supplementare, dall'Ucraina, concludendo quindi al sesto posto in classifica finale.

I Campionati del Mondo Cadetti e Giovani Tashkent2015 si concluderanno domani con le prove di fioretto maschile a squadre, spada femminile a squadre e sciabola maschile a squadre.
Nel fioretto maschile l'Italia ha già ottenuto il pass per i quarti nella giornata di martedi. Questo mercoledi invece hanno preso il via le altre due prove.
Tra le spadiste, le azzurre hanno conquistato il pass per i quarti in programma questo giovedi mattina. Alice Clerici, Roberta Marzani, Nicol Foietta ed Eleonora De Marchi, che compongono il quartetto azzurro, dopo la prima sfida contro il Kirghizistan, vinta per 45-13, hanno affrontato e sconfitto l'Austria per 45-29.
Nella gara a squadre di sciabola maschile, invece, la formazione italiana composta da Francesco Bonsanto, Eugenio Castello, Iacopo Rinaldi e da Dario Cavaliere, è stata sconfitta nel tabellone dei 16 dalla Corea del Sud col punteggio di 45-44.

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - FIORETTO FEMMINILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 06/08 Aprile 2015
Finale
ITALIA b. Usa 37-36

Finale 3°-4° posto
Polonia b. Russia 45-41

Semifinali
ITALIA b. Polonia 45-35
Usa b. Russia 45-37

Quarti 
ITALIA b. Giappone 45-37
Polonia b. Ungheria 45-40
Russia b. Germania 45-25
Usa b. Romania 33-24

Tabellone dei 16
ITALIA b. Francia 45-25

Classifica (22): 1. ITALIA, 2. Usa, 3. Polonia, 4. Russia, 5. Romania, 6. Ungheria, 7. Giappone, 8. Germania.

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SPADA MASCHILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 06/08 Aprile 2015
Finale
Germania b. Francia 45-36

Finale 3°-4° posto
Ungheria b. Spagna 45-36

Semifinali
Germania b. Spagna 45-41
Francia b. Ungheria 28-27

Quarti
Spagna b. Russia 37-36
Germania b. Ucraina 
Ungheria b. ITALIA 45-31
Francia b. Polonia 

Tabellone dei 16
ITALIA b. Usa 45-29

Tabellone dei 32
ITALIA b. Venezuela 45-44

TABELLONE DEI PIAZZAMENTI
Finale 5°-6° posto
Ucraina b. ITALIA 44-43

Tabellone 5°-8° posto
Ucraina b. Russia 45-30
ITALIA b. Polonia 45-38

Classifica (35): 1. Germania, 2. Francia, 3. Ungheria, 4. Spagna, 5. Ucraina, 6. ITALIA, 7. Russia, 8. Polonia

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SCIABOLA FEMMINILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 07/08 Aprile 2015
Finale
ITALIA b. Russia 45-41

Finale 3°-4° posto
Ungheria b. Francia 45-42

Semifinali
Russia b. Francia 45-38
ITALIA b. Ungheria 45-36

Quarti
Francia b. Germania 45-29
Russia b. Cina 45-39
Ungheria b. Messico 45-40
ITALIA b. Usa 45-37

Tabellone dei 16
ITALIA b. Ucraina 45-29

Classifica (21): 1. ITALIA, 2. Russia, 3. Ungheria, 4. Francia, 5. Cina, 6. Messico, 7. Germania, 8. Usa.

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SPADA FEMMINILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 08/09 Aprile 2015
Quarti
Russia - Cina
Usa - Ungheria
Germania - Egitto
ITALIA - Polonia

Tabellone delle 16
ITALIA b. Austria 45-29

Tabellone delle 32
ITALIA b. Kirghizistan 45-13

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SCIABOLA MASCHILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 08/09 Aprile 2015
Tabellone dei 16
Corea del Sud b. ITALIA 45-44

Tabellone dei piazzamenti
Tabellone 9°-16° posto
Spagna - Hong Kong
Ucraina - Egitto
Germania - Messico
ITALIA - Gran Bretagna

 

MONDIALI GIOVANI TASHKENT2015 - VI GIORNATA - DOPPIETTA AZZURRA NEL FIORETTO MASCHILE U.20: DAMIANO ROSATELLI E' CAMPIONE DEL MONDO, ARGENTO PER FRANCESCO INGARGIOLA

Podio Ingargiola RosatelliTASHKENT - Il giorno di Pasquetta regala una straordinaria doppietta azzurra nel fioretto maschile under20.
Damiano Rosatelli è infatti il nuovo Campione del Mondo di categoria, al termine di una finale tutta azzurra contro Francesco Ingargiola.
L'ultimo assalto di giornata, a cui ha assistito anche l'ambasciatore italiano a Tashkent Riccardo Manara, si è rivelato un match eccezionale sul piano tecnico, con un punto-a-punto tra i due, conclusosi con l'allungo decisivo di Damiano Rosatelli che ha fissato il punteggio finale sul 15-13 che porta il campione europeo 2015 anche sul tetto del Mondo.
"Non ci credo ancora - dice l'azzurro immediatamente dopo l'assalto -. E' un'emozione incredibile che dedico alla mia famiglia, a mia zia, al mio maestro Guido De Bartolomeo ed ovviamente al Gruppo Sportivo Forestale! Fino a due anni fa nessuno avrebbe mai creduto che un giorno potessi riuscire a salire sul gradino più alto del podio mondiale. Ed invece è successo: merito dei tanti sacrifici compiuti che oggi però hanno il loro riscatto! Mi è dispiaciuto - conclude - tirare in finale contro un altro italiano e per di più proprio Francesco Ingargiola".

I due sono arrivati a dominare la gara ed a salire sui primi due gradini del podio grazie a prestazioni straordinarie, che hanno permesso al pubblico uzbeko di applaudire gli azzurri nel corso di tutta la giornata. La delegazione italiana ha esultato al termine delle due semifinali esaltanti. Nella prima, Francesco Ingargiola ha sconfitto il sudcoreano Hyeonjun Yang per 15-7, dominando per intero l'assalto. Nella seconda semifinale, invece, Damiano Rosatelli ha dovuto sudare parecchio prima di rimontare il passivo e chiudere sul 15-13 il match contro il cinese Mengkai Huang.

Il neo Campione del Mondo, Damiano Rosatelli, ha iniziato la giornata vincendo tutti gli assalti del proprio girone. A seguire, nel turno dei 64 ha sconfitto il francese Alexandre Sido per 15-12 ed, a seguire, ha eliminato per 15-11 l'altro transalpino Maximilien Chastanet. Nel tabellone dei 16 ha poi vinto col punteggio di 15-5 il derby azzurro contro Tommaso Ciuti e, ai quarti, ha sconfitto nettamente, per 15-4, lo statunitense Samuel Moelis.
Francesco Ingargiola che si "consola" con la conquista della Coppa del Mondo 2014-2015, aveva staccato il pass per la semifinale, grazie alla vittoria ottenuta col punteggio di 15-12 sul polacco Andrzej Rzadkowski, dando seguito così ai successi in sequenza contro il canadese Eamonn Gomez-Perales, nel turno dei 64, col punteggio di 15-5, quello del turno dei 32 contro l'atleta di Hong Kong Ka Long Cheung col punteggio di 15-8, ed infine quello ottenuto nel match del turno dei 16 contro il russo Anton Zakharikov per 15-5. 

Il derby "fratricida" contro Rosatelli aveva fermato la corsa di Tommaso Ciuti che, nel turno dei 64 aveva avuto avuto la meglio sul brasiliano Piero Marostega per 15-6 e poi aveva sconfitto nettamente col punteggio di 15-4 il bielorusso Pavel Prokharau.

Nella prova di sciabola femminile under20, invece, si è conclusa alle porte dei quarti di finale l'avanzata di Rebecca Gargano ed Eloisa Passaro. Entrambe le azzurre sono state infatti eliminate nell'assalto del tabellone delle 16. La prima, infatti, dopo aver inanellato i successi per 15-12 contro l'italo-statunitense Francesca Russo e poi per 15-8 contro la tedesca Ann-Sophie Kindler, è stata superata, in rimonta, dalla giapponese Misaki Emura col punteggio di 15-13.
Eloisa Passaro, dal canto suo, nel turno delle 64 aveva eliminato col punteggio di 15-13 l'atleta di Singapore, Ywen Lau, poi nelle 32 aveva avuto ragione la portacolori di Hong Kong Karen Ngai Hing Chang per 15-12, ma nel turno delle 16 è stata sconfitta per 15-11 dalla francese Manon Brunet.
Era uscita di scena nel turno delle 32 invece Sofia Ciaraglia. La sciabolatrice azzurra, dopo aver avuto ragione per 15-7 della portacolori di Hong Kong Yin Fei Chang, è stata sconfitta per 15-14 dalla cinese Yaqi Shao.

Hanno preso il via questo lunedi anche le prove a squadre di spada maschile Giovani e di fioretto femminile Giovani.
Nella prima, la formazione composta da Federico Vismara, Enrico Bergamini, Cosimo Martini e Davide Amodio Maisto, ha superato il Venezuela nel turno delle 32 col punteggio di 45-44 e poi, nell'assalto successivo, ha avuto ragione degli Stati Uniti per 45-29. La squadra azzurra è quindi approdata ai quarti, in programma mercoledi mattina, dove ad attenderla c'è l'Ungheria.
Ha raggiunto i quarti di finale, che si disputeranno mercoledi, anche l'Italia di fioretto femminile Giovani composto da Claudia Borella, Elisabetta Bianchin, Erica Cipressa e Camilla Rivano. Le quattro azzurre hanno infatti superato nettamente, per 45-25, la Francia.

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - FIORETTO MASCHILE - GIOVANI - Tashkent, 06 Aprile 2015
Finale
Rosatelli (ITA) b. Ingargiola (ITA) 15-13

SemifinalI
Ingargiola (ITA) b. Yang (Kor) 15-7
Rosatelli (ITA) b. Huang (Chn) 15-13

Quarti
Yang (Kor) b. Dahlin (Den) 15-11
Ingargiola (ITA) b. Rzadkowski (Pol) 15-12
Huang (Chn) b. Nemeth (Hun) 15-7
Rosatelli (ITA) b. Moelis (Usa) 15-4

Tabellone dei 16
Ingargiola (ITA) b. Zakharikova (Rus) 15-5
Rosatelli (ITA) b. Ciuti (ITA) 15-5

Tabellone dei 32
Ingargiola (ITA) b. Cheung (Hkg) 15-8
Ciuti (ITA) b. Prokharau (Blr) 15-4
Rosatelli (ITA) b. Chastanet (Fra) 15-11

Tabellone dei 64
Ingargiola (ITA) b. Gomez-Perales (Can) 15-5
Ciuti (ITA) b. Marostega (Bra) 15-6
Rosatelli (ITA) b. Sido (Fra) 15-12

Fase a gironi
Francesco Ingargiola: 5 vittorie, 1 sconfitta
Damiano Rosatelli: 6 vittorie, nessuna sconfitta
Tommaso Ciuti: 5 vittorie, 1 sconfitta

Classifica (112): 1. Rosatelli (ITA), 2. Ingargiola (ITA), 3. Hyeonjun Yang (Kor), 3. Mengkai Huang (chn), 5. Nemeth (Hun), 6. Rzadkowski (Pol), 7. Moelis (Usa), 8. Dahlin (Den).
13. Ciuti T. (ITA).

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SCIABOLA FEMMINILE - GIOVANI - Tashkent, 06 Aprile 2015
Finale
Queroli (Fra) b. Brunet (Fra) 15-14

Semifinali
Brunet (Fra) b. Palmedo (Usa) 15-14
Queroli (Fra) b. Bashta (Rus) 15-12

Quarti
Palmedo (Usa) b. Obvintseva (Rus) 15-4
Brunet (Fra) b. Emura (Jpn) 15-13
Bashta (Rus) b. Zahonyi (Hun) 15-13
Queroli (Fra) b. Yu (Chn) 15-9

Tabellone delle 16
Emura (Jpn) b. Gargano (ITA) 15-13
Brunet (Fra) b. Passaro (ITA) 15-11

Tabellone delle 32
Gargano (ITA) b. Kindler (Ger) 15-8
Passaro (ITA) b. Chang (Hkg) 15-12
Shao (Chn) b. Ciaraglia (ITA) 15-14

Tabellone delle 64
Gargano (ITA) b. Russo (Usa) 15-12
Passaro (ITA) b. Lau (Sin) 15-13
Ciaraglia (ITA) b. Chan (Hkg) 15-7

Fase a gironi
Eloisa Passaro: 4 vittorie, 2 sconfitte
Rebecca Gargano: 3 vittorie, 2 sconfitte
Sofia Ciaraglia: 5 vittorie, 1 sconfitta

Classifica (78): 1. Queroli (Fra), 2. Brunet (Fra), 3. Palmedo (Usa), 3. Bashta (Rus), 5. Obvintseva (Rus), 6. Zahonyi (Hun), 7. Yu (Chn), 8. Emura (Jpn).
11. Passaro (ITA), 15. Gargano (ITA), 19. Ciaraglia (ITA)

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - SPADA MASCHILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 06/08 Aprile 2015
Quarti (merc. 8 Aprile)
Spagna - Russia
Ucraina - Germania
Ungheria - ITALIA
Francia - Polonia

Tabellone dei 16
ITALIA b. Usa 45-29

Tabellone dei 32
ITALIA b. Venezuela 45-44

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI 2015 - FIORETTO FEMMINILE - GIOVANI - PROVA A SQUADRE - Tashkent, 06/08 Aprile 2015
Quarti (merc. 8 Aprile)
ITALIA - Giappone
Ungheria - Polonia
Russia - Germania
Usa - Romania

Tabellone dei 16

ITALIA b. Francia 45-25

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito